L'educazione civica per l'Agenda 2030

L'educazione civica per l'Agenda 2030

Idee e strumenti per diventare cittadini responsabili di uno sviluppo sostenibile

Il piano del Ministero per rigenerare la funzione educativa della scuola, ricostruire il legame fra le generazioni, insegnare che lo sviluppo è sostenibile se risponde ai bisogni del presente e non compromette il futuro, e imparare ad abitare il mondo in modo nuovo.

Il piano del Ministero per rigenerare la funzione educativa della scuola, ricostruire il legame fra le generazioni, insegnare che lo sviluppo è sostenibile se risponde ai bisogni del presente e non compromette il futuro, e imparare ad abitare il mondo in modo nuovo.

  • I PERCHÉ DELL'AGENDA 2030
  • Scienze della Terra
  • Geografia
  • Scienze medie
  • Economia

Perché si può dire che in Italia usiamo acqua cinese?

Perché viviamo in un mondo globalizzato e molti oggetti che usiamo ogni giorno sono importati dalla Cina, dove la loro produzione ha richiesto grandi quantità d’acqua. Così, sebbene le risorse di acqua disponibili nel nostro Paese siano pari a circa 1000 m3 all’anno per ogni cittadino, in realtà l’impronta idrica dell’italiano medio è più che doppia. Quando acquistiamo prodotti cinesi lasciamo una parte di questa nostra impronta sul bacino dello Yangtze, il Fiume Azzurro che attraversa da ovest a est la Cina.